FUMO E DEGENERAZIONE MACULARE SENILE, C'E' UN RAPPORTO DIRETTO!!!!!

È in arrivo un deciso giro di vite sulla pubblicità e le confezioni di sigarette, che riporteranno immagini shock e frasi forti sui danni legati al tabacco, anche per quel che riguarda gli occhi.

Secondo quanto riportato nei giorni scorsi dai principali media, la bozza del decreto legislativo del ministero della Salute che recepisce la direttiva Ue sul tabacco prevede, tra le altre misure, l’introduzione su confezioni e imballaggi delle avvertenze combinate relative alla salute, composte da frasi e da un’immagine a colori di forte impatto, che occuperanno il 65% dello spazio. Tra le scritte sui pacchetti che metteranno in guardia i consumatori dai danni gravi, legati al tabagismo, ci sarà anche “Il fumo aumenta i rischi di cecità”. Un dato di fatto comprovato da studi scientifici, come spiega Pasquale Troiano, Direttore dell’Istituto di Oftalmologia F. Trimarchi di Erba, in provincia di Como, e presidente della onlus Per Vedere Fatti Vedere. «È da tempo che la letteratura scientifica ha individuato questo fattore di rischio e studi epidemiologici, in cui tale elemento emerge sempre più chiaro, risalgono già a una decina di anni fa», commenta a b2eyes TODAY l’oftalmologo lombardo. «Oggi è ben noto che il fumo di sigaretta è uno dei fattori di rischio esterni certi per l’insorgenza della degenerazione maculare senile – prosegue Troiano - Inoltre danneggia profondamente le strutture vascolari di tutto l’organismo e inevitabilmente anche dell’apparato visivo: a causa di ciò, può essere responsabile di quei fenomeni angiosclerotici alla base di tutta una serie di degenerazioni e vascolopatie che possono portare a trombosi o a occlusioni vascolari». Tra l’altro il fumo spesso produce anche ipertensione, che ulteriormente può danneggiare gli organi, non esclusi gli occhi.

Fonte : B2eyes Today.